IL PRIMO COLLOQUIO

Il primo colloquio è sempre un momento molto importante perché rappresenta il punto di partenza e determina in gran parte l’orientamento che si vorrà seguire.

Si parte da ciò che la persona “sente” (sensazioni, emozioni, sintomi), che generalmente corrispondono al motivo per cui viene in seduta, e da ciò che la persona vive da (situazioni famigliari, relazionali, lavorative, affettive etc).In questa fase vi è anche l’osservazione degli atteggiamenti posturali, del linguaggio corporeo e della fisiognomica per costruire una valutazione accurata, che tenga conto dei reali bisogni della persona e delle sue aspettative. Questa modalità permette a colui o colei che si affida, di sentirsi completamente “preso/a in carico” , ma nel contempo di essere in maniera attiva al centro del suo processo terapeutico e fautore dei suoi progressi, di guarigione e di cambiamento.

SUPPORTO PSICOLOGICO

L’intervento psicologico è rivolto a chiunque, individuo o coppia, stia vivendo un momento di disagio a livello personale, relazionale, familiare, evolutivo o lavorativo.

Questo disagio si manifesta sempre più spesso con sintomi multiformi che coinvolgono oltre che gli aspetti emozionali e comportamentali della persona anche la sua componente corporea e fisica. Lo dimostrano la crescente presenza di sindromi che non sono addebitabili a specifiche patologie ma che danno origine a vari disturbi di tipo psicosomatico. Ciò fa si che la persona si senta in una specie di vortice in quanto la componente psicologica aggrava le sensazioni fisiche che a loro volta influsicono negativamente sulle componenti emotive. Un intervento che prenda in considerazione tutti questi aspetti assume enormi possibilità di successo.

Per questo nel nostro studio il supporto psicologico, qualora necessario, può essere integrato con metodologie psico corporee o con tecniche somato psichiche di derivazione naturopatica.

Facilitando il contatto fra sentire corporeo la sfera mentale e le componenti emozionali, la persona sviluppa maggiore consapevolezza dei propri meccanismi di funzionamento e una più profonda comprensione di quello che gli sta succedendo. Questo, facendo leva sulle sue attitudini positive, sulle risorse e sui punti di forza di ogni individuo lo aiuta a mettere in atto comportamenti più funzionali ed adeguati che contribuiscono al superamento delle difficoltà riscontrate.

Il fine è sempre e solo quello del potenziamento del benessere psicologico e della diminuzione dei sintomi ad esso collegati.

 

PSICOLOGIA METACORPOREA

La psicologia metacorporea è una modalità di approccio al benessere psico fisico emozionale  dell’individuo caratterizzata da un impianto teorico, da una visione filosofica e da una serie di strumenti operativi.

Il fine ultimo è il mantenimento degli equilibri dell’ organismo, la prevenzione psico fisica, l’aumento della spontaneità, il miglioramento delle potenzialità di risposta individuale alle sollecitazione esterne, lo sviluppo della libertà di pensiero e della scelta creativa.

Essendo una modalità di intervento che include anche un lavoro con e sul corpo rientra quindi  nella grande famiglia degli approcci psico corporei.

Il termine  “Metacorporeo” ci dà due indicazioni: “corporeo ” fa riferimento alla dinamica del corpo, con la sua vitalità, le proprietà, i cambiamenti, le interazioni che esso genera e manifesta.

La parola “Meta” (dal greco “μετα”) significa “cambiamento”, ”trasformazione”“ciò che sta attorno a”.
Nel suo insieme quindi esso esprime  quello che sta oltre il corpo e al di là di esso. Corpo quindi come espressione della psiche anche attraverso i suoi stati, le reazioni momentanee, i   cambiamenti involutivi o evolutivi che subisce.

Ciò significa che per la metacorporea il corpo con le sue manifestazioni è sia strumento di accesso alle emozioni che espressione delle stesse.

Slideshow

Get the Flash Player to see the slideshow.

Stats